Assistenza sanitaria
agli stranieri.



Le norme che regolano l'assistenza sanitaria per i cittadini stranieri in Italia sono diversificate a seconda che riguardino:

 

1

Cittadini comunitari dell'Unione Europea (UE) residenti o domiciliati in Italia

2

Cittadini residenti in Paesi UE o in Paesi Extra UE con cui esistono accordi bilaterali con l'Italia e titolari di assicurazione sanitaria nei Paesi di residenza

3

Cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno

4

Cittadini extracomunitari in Italia con visto turistico

5

Cittadini stranieri che entrano in Italia per cure mediche

6

Cittadini che richiedono l'iscrizione volontaria

7

Cittadini comunitari ed  extracomunitari non regolarmente presenti sul territorio nazionale (ISI - Informazione Salute Immigrati)

8

Cittadini comunitari che soggiornano in Italia per un periodo massimo di 3 mesi (turisti)

 

1. Cittadini comunitari dell'Unione Europea (UE) residenti o domiciliati in Italia

Dal 01/01/2007 gli stati membri dell'UNIONE EUROPEA sono:

AUSTRIA, BELGIO, BULGARIA, CIPRO, CROAZIA, DANIMARCA, ESTONIA, FINLANDIA, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, ITALIA, LETTONIA, LITUANIA, LUSSEMBURGO, MALTA, PAESI BASSI – OLANDA, POLONIA, PORTOGALLO, REGNO UNITO, REPUBBLICA CECA, REPUBBLICA SLOVACCA, ROMANIA, SLOVENIA, SPAGNA, SVEZIA, UNGHERIA e SVIZZERA (per quanto riguarda le norme relative all'assistenza sanitaria).

Appartengono allo SPAZIO ECONOMICO EUROPEO: NORVEGIA, LIECHTENSTEIN, ISLANDA

Il cittadino dell'Unione che soggiorna sul territorio nazionale per un periodo superiore a tre mesi, sarà iscritto obbligatoriamente al Servizio Sanitario Nazionale, nei seguenti casi:

Per l'iscrizione al Servizio sanitario nazionale e la scelta del medico di famiglia e/o del pediatra,  occorre rivolgersi agli Uffici di Scelta e Revoca dell'Asl di residenza/domicilio oppure è possibile utilizzare il percorso descritto in "Scelgo il mio medico per posta /fax/e-mail" allegando i documenti che si trovano nella Tabella Riepilogativa
Per maggiori informazioni clicca qui

TABELLA RIEPILOGATIVA DEGLI AVENTI DIRITTO E DOCUMENTI NECESSARI

 (ALCUNI DOCUMENTI POSSONO ESSERE SOSTITUITI DA AUTOCERTIFICAZIONE ) 

TIPOLOGIA

ISCRIZIONE

DOCUMENTI NECESSARI

Lavoratore stagionale

inferiore a tre mesi

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • contratto di lavoro

Lavoratore subordinato

superiore a tre mesi

  • documento di identità;
  • contratto di lavoro;
  • codice fiscale;
  • attestazione di richiesta anagrafica rilasciata dal Comune (facoltativa) *

Lavoratore autonomo

superiore a tre mesi

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • certificato di iscrizione alla Camera di Commercio o ad un albo o ordine professionale;
  • attestazione di apertura partita IVA o apertura posizione INPS;
  • attestazione di richiesta anagrafica  rilasciata dal Comune (facoltativa) *

Familiare, anche non cittadino dell'Unione**, di un lavoratore subordinato

superiore  a tre mesi

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • certificato di matrimonio tradotto o, per i figli, certificato di nascita; 
  • contratto di lavoro del familiare;
  • attestazione di richiesta anagrafica  rilasciata dal Comune (facoltativa) *                              

**i familiari extracomunitari  devono presentare anche la Carta di soggiorno

Familiare, anche non cittadino dell'Unione**, di un lavoratore autonomo

superiore a tre mesi

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • certificato di matrimonio tradotto o, per i figli, certificato di nascita;
  • certificato di iscrizione alla Camera di Commercio o ad un albo o ordine professionale del lavoratore;
  • attestazione di apertura partita IVA o apertura posizione INPS;
  • carta di soggiorno;
  • attestazione di richiesta anagrafica  rilasciata dal Comune (facoltativa) *

** i  familiari extracomunitari  devono presentare anche la Carta di soggiorno

Familiare comunitario  a carico di cittadino italiano

superiore a tre mesi

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • certificazione di familiare  a carico;
  • attestazione di richiesta anagrafica (facoltativa) *

Titolare di attestazione di soggiorno permanente

a tempo indeterminato

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • attestato  di soggiorno permanente

Figlio minorenne di genitore con attestato di soggiorno permanente

a tempo indeterminato

  • documento d'identità;
  • codice fiscale;
  • attestato  di soggiorno permanente del genitore su cui è presente anche il minore

Ex lavoratore (con precedente rapporto di lavoro in Italia inferiore all'anno) in stato di disoccupazione involontaria ed iscritto al centro per l'impiego

per  1 anno dalla data di disoccupazione involontaria / licenziamento

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • certificato del datore di lavoro attestante il rapporto di impiego cessato e la durata;
  • iscrizione presso il Centro per l'impiego *
  • attestazione di richiesta anagrafica (facoltativa) *

Ex lavoratore (con precedente rapporto di lavoro in Italia superiore all'anno) in stato di disoccupazione involontaria ed iscritto al centro per l'impiego

per 2 anni rinnovabili dalla data di disoccupazione / licenziamento

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • certificato del datore di lavoro attestante il rapporto di impiego cessato e la durata;
  • iscrizione presso il Centro per l'impiego*;
  • attestazione di richiesta anagrafica (facoltativa)*

Ex lavoratore iscritto a corso di formazione professionale

per la durata del corso di formazione

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • attestato di iscrizione al corso professionale;
  • copia del contratto di lavoro;
  • attestazione di richiesta anagrafica (facoltativa)*

Titolare di modello E106/S1: lavoratore distaccato / studente / familiare di disoccupato

per il periodo indicato sul modello E106/S1

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • attestazione di richiesta anagrafica o residenza (facoltativa) *
  • modello E106/S1

Titolare di modello E120/S1:  Richiedente la pensione/Familiare del richiede la pensione  - (in attesa del rilascio della pensione)

per il periodo indicato sul modello E120/S1

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • modello E120/S1;
  • attestazione di richiesta anagrafica o residenza *

Titolare di modello E121/S1: Pensionato/Familiare di Pensionato

illimitata

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • modello E121/S1;
  • attestazione di richiesta anagrafica o residenza *

Titolare di modello E109/S1: Familiare di lavoratore

per il periodo indicato sul modello E109/S1

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • modello E109/S1;
  • attestazione di richiesta anagrafica o residenza *

Vittime di tratta o riduzione in schiavitù ammesse a programmi di protezione sociale

per la durata del programma di protezione sociale

  • documento d'identità;
  • codice fiscale;
  • documentazione rilasciata dalla Questura o da Ente che gestisce il Programma di assistenza relativa all'inserimento e alla durata del programma di protezione sociale;
  • attestazione di richiesta anagrafica (facoltativa) *

Detenuti in istituto penitenziario o in regime alternativo di pena

per la durata della pena

  • documento di identità;
  • codice fiscale; estratto della condanna con indicazione del periodo della pena

Madre di minore italiano

per 1 anno rinnovabile

  • documento d'identità;
  • codice fiscale;
  • certificato di nascita del minore * o altro documento utile a definire lo stato genitoriale

Minore in pre-affido o in affido

fino al raggiungimento della maggiore età e/o del provvedimento di adozione

  • documento d'identità;
  • codice fiscale;
  • decreto di affido o pre-affido del Tribunale dei minori o documentazione attestante l'affido/tutela;
  • dichiarazione di ospitalità della comunità/tutore ospitante o  attestazione di richiesta anagrafica (facoltativa) *

*= documenti che possono essere sostituiti da autocertificazione 

  

2. Cittadini residenti in Paesi UE o in Paesi Extra UE con cui esistono accordi bilaterali con l'Italia e titolari di assicurazione sanitaria nei Paesi di residenza

       L'assistenza sanitaria è garantita per le urgenze e per le prestazioni urgenti per malattia, infortunio, maternità. I costi sono a carico del Paese di residenza. 

3. Cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno

In base alla motivazione del rilascio del permesso di soggiorno è possibile l'iscrizione obbligatoria (ad esempio persone con permesso di soggiorno per lavoro subordinato e autonomo, richiesta di asilo, asilo politico/rifugiato, protezione umanitaria e sussidiaria, attesa adozione, affidamento, richiesta di cittadinanza, attesa occupazione, gravidanza, ecc.) oppure l'iscrizione volontaria (ad esempio persone con permesso di soggiorno per studio, personale diplomatico, personale religioso, ecc.).

 

L'iscrizione volontaria è trattata dettagliatamente al punto 6.

 

L'iscrizione obbligatoria al SSN ha la stessa durata del permesso di soggiorno; nella fase di rinnovo del permesso di soggiorno  l'iscrizione viene prorogata, salvo buon fine, con la presentazione della documentazione attestante la richiesta di rinnovo di permesso di soggiorno.

Per l'iscrizione al Servizio sanitario nazionale e la conseguente scelta del medico di famiglia e/o del pediatra,  occorre rivolgersi agli uffici scelta e revoca dell'Asl di domicilio/residenza presentando i seguenti documenti:

oppure utilizzando il percorso  "scelgo il mio medico per posta / fax /e-mail".  

Per maggiori informazioni clicca qui

NB: per le persone ultrasessantacinquenni con permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare è prevista unicamente l'iscrizione volontaria, ad eccezione di chi dimostra una presenza regolare in Italia antecedente al 5 novembre 2008 o che si ricongiunge con un figlio che ha la cittadinanza italiana

 

L'assistenza è estesa ai familiari a carico regolarmente soggiornanti. (Spesso si nota che la TEAM ha una scadenza non conforme a quella del permesso di soggiorno. La scadenza del permesso di soggiorno è invece perfettamente trascritta sul libretto sanitario).  

4. Cittadini extracomunitari con visto turistico  e  per affari

In questi casi non è possibile l'iscrizione al SSN e quindi le prestazioni sanitarie sono a pagamento, secondo le tariffe vigenti.

5. Cittadini stranieri che entrano in Italia per cure mediche

Per i cittadini stranieri che intendono curarsi in Italia, è necessario avere uno specifico permesso di soggiorno per cure mediche. La documentazione per ottenere il visto di ingresso va presentata all'Ambasciata italiana o al Consolato competente nel Paese di provenienza.

La documentazione occorrente per ottenere il permesso di soggiorno in Italia, che va presentata alla Questura di competenza, è la seguente:

6. Cittadini  comunitari ed extracomunitari che richiedono l'iscrizione volontaria

Possono chiedere l'iscrizione volontaria i seguenti cittadini comunitari ed extracomunitari presenti per più di 3 mesi sul territorio nazionale:

L'iscrizione volontaria è una forma di assicurazione pubblica che prevede il versamento di un importo determinato in base al reddito complessivo conseguito l'anno precedente (si calcola il 7,50% del reddito fino ad un ammontare di reddito pari a 20.658,28 €; se il reddito complessivo dichiarato supera  tale importo, sulla parte eccedente si calcola un ulteriore contributo pari al 4% fino  al limite di 51.645,69 € annui).   

In ogni caso il contributo minimo da pagare non può essere inferiore a 387,34 €.  

L'iscrizione si estende anche ai familiari a carico, ad eccezione di quelli che prevedono un versamento forfettario inferiore al contributo minimo (studenti e persone collocate alla pari).

Il contributo per l'iscrizione è valido per l'anno solare, non è frazionabile e non ha decorrenza retroattiva.  

Eccezioni:

Per tutte le diverse tipologie di iscrizioni volontarie il versamento deve essere fatto utilizzando il modello F24 che è distribuito agli sportelli di scelta revoca. 

E' anche necessario compilare la scheda statistica scaricabile dal sito dell'Asl TO1 o da ritirare presso gli sportelli di scelta e revoca. (scarica scheda statistica in pdf) 

7. Cittadini  comunitari ed  extracomunitari non regolarmente presenti sul territorio nazionale

Il Servizio sanitario regionale garantisce le seguenti prestazioni sanitarie ai cittadini comunitari ed extra comunitari non regolarmente presenti sul territorio nazionale:

Si precisa che le prestazioni ambulatoriali prevedono il pagamento del  ticket a parità con il cittadino italiano. 

Per accedere a queste prestazioni viene rilasciato dal Centro ISI un apposito tesserino sanitario (STP (Straniero Temporaneamente Presente) per gli extracomunitari ed ENI (Europeo non Iscrivibile) per i comunitari) con validità semestrale, rinnovabile. 

Per il rilascio del medesimo è necessario compilare una dichiarazione di indigenza. 

L'accesso alle strutture sanitarie dello straniero non regolarmente presente sul territorio nazionale, non comporta alcun tipo si segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza, salvo i casi in cui sia obbligatorio il referto a parità di condizioni con il cittadino italiano.

Centro  I.S.I. - Informazione Salute Immigrati

Via Monginevro 130

Tel. 011. 70.95.4683

Mediazione culturale

dal lunedì
al venerdì

8.30 - 12.00

 

13.00- 15.00 

Tel. 011. 70.95.4677

                    Sala medica

Mezzi pubblici 2  - 15 -  64 – 71

 

Via Silvio Pellico  28

Tel. 011. 70.95.4683

Mediazione culturale

da martedì a giovedì

14.00 - 17.00

Mezzi pubblici Metropolitana fermata Marconi - 9 - 18 - 67

 

8 Cittadini comunitari che soggiornano in Italia per un periodo massimo di 3 mesi (turisti)

"Per un periodo non superiore a tre mesi", i cittadini UE hanno diritto di soggiornare senza alcuna condizione e formalità salvo il possesso di un documento d'identità valido per l'espatrio.

In questo caso l'accesso alle prestazioni sanitarie urgenti ed essenziali avviene dietro esibizione della tessera europea di assicurazione malattia (T.E.A.M.), rilasciata dal paese di provenienza, tranne che per i lavoratori stagionali con regolare contratto di lavoro e i titolari di modello E106 con validità trimestrale.

 

home.gif (1016 byte)